mercoledì 3 maggio 2017

Oltre Google... (Seconda Parte)




Continuiamo la nostra indagine sugli strumenti utili per ricercare in modo quanto più mirato possibile l’informazione pertinente per noi. Parliamo, oggi, di biblioteche digitali. Questi siti si occupano di libri, ma non solo, infatti possono dare accesso anche a documenti, video ed immagini. Si comportano come vere e proprie biblioteche, infatti quelle che vi indicherò vi lasceranno navigare tra i loro testi gratuitamente e semplicemente seguendo un paio di click!
Cominciamo con un prodotto tutto italiano, fatto da esperti della rete italiani e con materiali in maggior parte tratti da autori italiani, stiamo parlano della Biblioteca - Progetto Manunzio (http://www.liberliber.it/biblioteca/ ), qui potete accedere a centinaia di testi dei maggiori scrittori italiani e stranieri, scaricare l’opera sul vostro computer oppure sul vostro Ipad o Iphone. L’Audioteca presente in questo sito da accesso ad Opere Musicali ed Audio Libri.
Un altro sito molto simile al Progetto Manunzio è quello del Progetto Gutenberg (http://www.gutenberg.org/browse/languages/it ), solo che quest’ultimo è ricco di autori stranieri e le opere sono in varie lingue. Ma anche qui troverete testi da scaricare su i vostri dispositivi celluari.
Passiamo ora a parlare di una Biblioteca Digitale che si sta formando con tutti i testi, le immagini e le risorse provenienti da tutti i paesi dell’Europa: Europeana (http://www.europeana.eu/portal/ ), progetto finanziato dall’Unione Europea, che in realtà può essere visto come un enorme contenitore di immagini, testi, suoni e dati provenienti da archivi, biblioteche e istituti culturali dei paesi che fanno parte dell’Unione. E' tradotto in tutte le lingue europee, per accedere al sito in lingua italiana basta scegliere la nostra lingua dal menu a tendina "Choose a language".
Se invece vi và di fare una capatina tra la letteratura francese, in lingua rigorosamente francese, consiglio vivamente la Biblioteca Digitale Gallica (http://gallica.bnf.fr/ ), la particolarità di questo sito sta tutta nel fatto che è possibile accedere anche a manoscritti antichi risalenti a varie epoche post ed ante Medioevo.
E per terminare questa breve panoramica sull’accesso ai tesi in rete non ci resta che citare Google Books (http://books.google.it/ ); sebbene abbiamo ribadito che non tutto è su Google, possiamo però sottolineare il fatto che esso ha iniziato e continua a mandare avanti un grande progetto di digitalizzazione di testi provenienti da tutto il mondo. Molte opere però sono visualizzabili solo in piccole percentuali dato che gli Editori si sono presto ribellati a questo accesso sfrenato e senza pagamento di diritti d’autore intrapreso dal grande colosso dell’Informazione, ma se cercate un testo un po’ vecchiotto sicuramente Google Books l’avrà tra i suoi volumi.
Patrizia Caprioli

Nessun commento:

Posta un commento