mercoledì 26 aprile 2017

Oltre Google...(Prima Parte)

Dopo la festività del 25 Aprile, torna oggi...

Ho voluto deliberatamente dividere questo argomento in più parti, proprio per il fatto che fare una ricerca dipende strettamente da "Che cosa" si sta cercando e "Chi la sta cercando". Se uno studente delle medie deve fare una ricerca su Napoleone Bonaparte certamente ricercherà i contenuti sulla famosa enciclopedia online “Wikipedia”, ma se a fare la ricerca c’è dall’altra parte un professore universitario di sicuro la sua scelta andrà a ricadere su un sito specializzato in Storia moderna, magari anche il lingua francese. Il fatto è che voglio spiegarvi che la ricerca dipende strettamente da quello che in realtà noi vogliamo trovare, cosa ci aspettiamo e se conosciamo altre strade che non siano la Googlemania.
Qui di seguito sarà mio compito di bibliotecaria indicarvi alcune scorciatoie sicure dove andare a colpo secco per trovare ciò che state cercando in Rete. Almeno, spero, di esservi di aiuto indicandovi questi rudimentali strumenti come motori di ricerca, banche dati, biblioteche digitali, poiché il compito di un bibliotecario è quello proprio di trovare informazioni precise, specifiche sull’argomento ricercato.
Comincio subito trattando dei Motori di ricerca. Magari non vi è proprio passato per la testa che vi possano essere dei motori di ricerca che cercano solo una determinata cosa scartando tutte le altre che per voi non sono pertinenti a quello che state cercando, ma ci sono, esistono e son lì per essere utilizzati da tutti. Basta che qualcuno vi illumini sulla loro esistenza e non le tenga nascoste come storie di fantasmi spaventosi.
Iniziamo con Ask (http://it.ask.com ) che insieme a Bing (http://www.bing.com/?cc=it ) sono quelli che ci danno risultati simili a Google, anzi molto spesso si appoggiano ad esso, ma una capatina io la farei, anche per poi confrontare i risultati trovati.
Poi c’è Yahoo (http://it.search.yahoo.com/http://it.search.yahoo.com ) che quindi non è solo un sito simile a Libero and company, dove puoi leggere news, gossip e crearti un tuo indirizzo di posta elettronica, ma può servire per effettuare anche ricerche su vasta scala.
Con Google Scholar (http://scholar.google.it ) possiamo trovare articoli e libri di qualsiasi argomento che spesso, anzi spessissimo possono essere scaricati perché sono di libero accesso.
Questa "chicca", invece, l’ho scoperta da poco: è il motore di ricerca tematico Arte.it (http://www.arte.it ) che si occupa solo e solamente di Arte a 360°! I risultati che vi restituisce interesseranno solo siti, documenti e dati a tema artistico: pittori, scultori, mostre, correnti artistiche etc.etc.
Se, invece, cercate un libro da prendere in prestito in una biblioteca, per l’Italia c’è SBN (http://opac.sbn.it/opacsbn/opac/iccu/base.jsp ), il servizio biblioteche nazionale che vi segnalerà la biblioteca o le biblioteche che hanno l’opera che cercate con tanto d’indirizzo e disponibilità del documento in prestito. Se invece magari cercate una rivista vi suggerisco vivamente di andare su ACNP (http://acnp.cib.unibo.it/cgi-ser/start/it/cnr/fp.html ), il Catalogo Italiano dei Periodici, anche se non è proprio intuitivo e vi occorrerà l’aiuto di un bibliotecario.
Patrizia Caprioli

Nessun commento:

Posta un commento