giovedì 30 giugno 2016

Il "trucco" per l'Estate!


Il caldo è arrivato c’è chi è ancora in città e magari lavora, chi è fortunata ed è in ferie, chi è già tornata e ripartirà tra poco, chi, purtroppo quest’anno farà “vacanze” a casa; per chi parte o per chi resta, però, l’importante è essere sempre curate, anche in Estate e con il sole che non ci abbandona neppure per un momento, vediamo, quindi, quali sono i consigli per un trucco corretto anche in questa stagione.
E’ inutile dire che in spiaggia il trucco è vietato, così come cipria e fondotinta, mentre assolutamente raccomandata è una buona protezione solare che potrete sicuramente acquistare in farmacia e facendovi consigliare dal vostro dermatologo di fiducia.
Per l’ufficio, per un aperitivo sulla spiaggia, per una serata o per una giornata in città, insomma tutte occasioni in cui non volete rinunciare al trucco, eccovi, invece, qualche “chicca”:

- La “crema base” dovrà sicuramente essere meno grassa di quella usata per l’inverno, si alle texture leggere e non untuose;
- No alle ciprie pesanti e compatte, si alle ciprie “minerali” che lasciano traspirare la pelle, il colore raccomandato è il nude;
- No ai rossetti grassi, si ai lucida labbra che accendono il rosa del vostro sorriso, se siete abbronzate, utilizzate un colore di una tonalità superiore al colore delle vostre labbra, se avete una leggera abbronzatura osate un arancione chiaro o un colore nude; inoltre idratate spessissimo le vostre labbra con il burrocacao o con degli stick appositi, soprattutto se siete in spiaggia (occhio a salsedine e sole!) o in ufficio (visti i “danni” dell’aria condizionata!);
- Usate ombretti impermeabili e resistenti all’acqua, no a colori “violenti”, si al beige, al nude e al grigio perla chiarissimo, per gli occhi chiari possono essere utilizzate nuance che si avvicinano al colore dell’iride, ma senza esagerare, il tutto sarà molto soft.
- Parlando sempre di occhi, utilizzate spesso un collirio decongestionante (fatevelo raccomandare dall’oculista o in farmacia), questo manterrà idratato e fresco il vostro “sguardo”, soprattutto se siete al mare;
- Trucco leggero, soprattutto se si è in ufficio e in città;
- Mascara anch’esso waterproof, eyeliner, solo di sera e naturalmente resistente all’acqua;
- Se usate la matita, preferite quella con una mina secca e dura che eviterà di sciogliersi.

Prima di salutarci, un ultimo consiglio, teniamo un po’ più spesso di quanto facciamo in Inverno, un occhio allo specchio, il caldo, alcune volte non perdona e tende a trasformarci in delle “maschere” ed il Carnevale, si sa, è ancora moooolto lontano!!!

(Bibliografia: Professione Donna, Fabbri Editori 1975, Milano).

mercoledì 29 giugno 2016

Sprazzi di ricordi...




"In quelle estati che hanno ormai nel ricordo un colore unico, sonnecchiano istanti che una sensazione o una parola riaccendono improvvisi, e subito comincia lo smarrimento della distanza, l’incredulità di ritrovare tanta gioia in un tempo scomparso e quasi abolito". Cesare Pavese


Foto: Agnese Chilelli

martedì 28 giugno 2016

Caro Bud..



"Finalmente stasera c’è qualcosa da vedere! Bud Spencer e Terence Hill!!!"
Quante volte ho ascoltato questa frase da mio padre.. e quante serate passate con mamma e papà a guardare i tuoi film, caro Bud.
Per me e credo di poter parlare per tutti i “ragazzi” della mia generazione sei stato “un amico di famiglia” con il quale crescere, ridere e anche riflettere…
Mi piace pensare che te ne sei andato con lo stesso sorriso “sornione” con il quale entravi nelle nostre case, quello stesso sorriso che non ci abbandonerà mai e che serberemo nei nostri ricordi, tra i ricordi più belli della nostra infanzia..

Ciao Bud, mai come oggi..”Anche gli angeli mangiano fagioli”…



(Foto: Wikipedia)

lunedì 27 giugno 2016

Il colore dell' Estate? Giallo, naturalmente!!!



Il nuovo thriller di Massimo Polidoro non può non essere il giallo dell’Estate, il ritmo è talmente incalzante che non puoi non paragonare la nuova avventura di Bruno, qui più consapevole e maturo, al mare, alle onde, agli abissi..Ti ritrovi sulla spiaggia a guardare quest’ uomo e la sua vita…Appena inizi la lettura vieni immerso, in apnea, nella vita del protagonista, in un fondale di pesci, ma soprattutto di squali, in situazioni ben delineate e volti “potenti” pronti a qualsiasi cosa per ottenere potere. Pian piano riemergi e ti siedi sul bagnasciuga dove puoi osservare le onde che si infrangono sulla battigia, che cancellano le orme appena lasciate da Bruno sulla spiaggia, ma che nel contempo lasciano a riva frammenti di ricordi rubati in un’altra spiaggia non troppo lontana.. ed ecco qui, che ti trovi in un vortice di stati d’animo che ti inducono a prendere Bruno, toccato negli affetti più profondi e preso in una spirale di solitudine e tristezza, per mano quasi a dirgli: “Attento”, “Alla fine passerà”…Fino a ritrovarti alla conclusione, quando un temporale, come alla fine di un’Estate, cede il passo all’Autunno che si trasforma molto presto in un solitario Inverno..

domenica 26 giugno 2016

Riflessioni tra un "punto" e l'altro!!


“La vita è come una stoffa ricamata della quale ciascuno nella propria metà dell’esistenza può osservare il dritto, nella seconda invece il rovescio: quest’ultimo non è così bello, ma più istruttivo, perché ci fa vedere l’intreccio dei fili”. A. Schopenhauer.

Nella foto: Matassine DMC