sabato 30 gennaio 2016

Una buona "base" per il trucco


Spendiamo, oggi, qualche parola sulla base del trucco, ovvero del fondotinta da utilizzare per rispettare il più possibile i “colori” del nostro viso. Inutile dire, che il fondotinta da scegliere non dovrà distaccarsi troppo dal colore del nostro incarnato, inoltre va “steso” su tutto il viso fino al collo, per evitare l’antiestetico risultato della “testa mozzata” (come lo chiamo io!), quando il fondotinta “arriva” fino alla fine del volto, creando quella riga marcatissima tra il colore del viso, appunto, e quello del collo.
Se avete capelli biondi e la carnagione chiara, i toni da scegliere saranno quelli del rosa e dell’avorio; le brune con la carnagione ambrata vireranno sull’ocra e sul nocciola, mentre le rosse dovranno tassativamente evitare fondotinta scuri. Altro prezioso consiglio è quello di farsi aiutare nella scelta, dal personale del negozio in cui vi recherete che saprà sicuramente consigliarvi se optare per un fondotinta o una crema colorata (che ricordate, però, copre meno del fondotinta!).
Prima di applicare il fondotinta, ricordate, inoltre di stendere nelle zone “più a rischio”, come occhiaie, piccole imperfezioni o brufolini, un buon correttore sempre abbinato ai toni del colore del fondotinta, è inutile, infatti, insistere in queste zone con il solo fondotinta, l’unico effetto che si creerà sarà quello di un vero e proprio “mascherone”, mentre la base per il trucco deve essere “impalpabile”! Non dimenticate, una volta compiute tutte queste operazioni, per completare l’opera, di “stendere” sul viso un leggero velo di cipria (sempre sulla stessa scala di colori della base!) che servirà a “compattare” la pelle evitando l’antiestetico effetto lucido.

(Per la scelta del colore, bibliografia: Professione Donna, Fabbri Editori 1975, Milano).

Nessun commento:

Posta un commento