martedì 27 ottobre 2015

Il servizio dei liquori


Per un fine pasto o per un dopocena tra amici dove la casa diventa il luogo dove poter giocare, chiacchierare e passare un po’ di tempo insieme c’è l’abitudine di servire dei liquori e digestivi.
I bicchieri di diversi tipi, a seconda dei liquori che si vorranno servire, verranno posizionati su di un tavolo di servizio o su di un mobile bar, se si serve della Vodka i bicchierini potranno essere conservati in un recipiente con del ghiaccio, in modo da essere alla portata di tutti.
Spesso vengono offerte più qualità di liquori, se invece si opterà per un liquore solo, si dovrà scegliere qualcosa di molto particolare come un ottimo limoncello fatto in casa o un amaro, una Tequila o un liquore caratteristico acquistato in un viaggio, un famoso Cognac, una Vodka ghiacciata oppure dell’eccellente Whisky.
Il Whisky, si potrà servire al naturale, come digestivo e se ne verseranno circa due dita, oppure con ghiaccio che metteremo nel bicchiere prima di versarlo, si potrà aggiungere anche soda o acqua naturale in quantità uguale al volume del Whisky, in questo caso, però, useremo un “tumbler”.
Altro discorso per il Cognac, se lo si serve nell’apposito bicchiere a tulipano possiamo procedere così, soprattutto se la bottiglia ha “una certa età”:

- Versare il Cognac in ogni bicchiere servendolo da destra;

- La bottiglia non va tenuta in mano ma adagiata nell’apposito supporto (cannoncino) di ferro o di legno; alziamo il bicchiere e tenendolo per lo stelo lo avviciniamo alla bottiglia inclinando sia il bicchiere, sia il “cannoncino”.

- Procediamo al servizio.

Per i liquori fatti in casa, raccomandabile è l’uso dei bicchieri trasparenti, se il liquore verrà servito liscio si opterà per bicchierini di piccole dimensioni, altrimenti, per il servizio con acqua o ghiaccio, la soluzione resta il tumbler. Altra raccomandazione è sulla temperatura: servite sempre i liquori alla giusta temperatura che spesso è indicata sulle etichette, questo esalterà al meglio le qualità del prodotto.
Se ospiteremo, invece, i nostri amici per un drink serale, magari il sabato sera, predisporremmo tutto in cucina, in questo caso gli accessori saranno ridotti al minimo: non si offrono bevande miscelate, è di rigore il secchiello del ghiaccio. I liquori da offrire saranno: Brandy, Cognac, Vodka, Grappa, limoncello o amari.
Nel servizio dei liquori non dovrà mancare poi dell’acqua minerale fresca, graditi saranno anche dei piccoli assaggi di cioccolatini, frutta secca o marron glacè. Ultimo consiglio: se gli invitati sono numerosi, è obbligatorio riempire prima tutti i bicchieri e poi servirli.

Consiglio del Sommelier: Bevete responsabilmente, amate la vostra vita e rispettate quella degli altri.

(Bibliografia: La mia cucina Epidem/Istituto Geografico de Agostini-Novara)



Nessun commento:

Posta un commento