sabato 26 settembre 2015

Bonbon..ton fiorito!


Alzi la mano chi non ha mai “giocato” al “m’ama non m’ama”, tenendo in mano una dolce e profumata margheritina, magari raccolta in un prato durante una passeggiata, oppure chi non ha mai raccolto questo piccolo fiorellino per inebriarsi del suo “rassicurante” profumo, oppure chi non ha mai bevuto una calda camomilla per rilassarsi o, perché no, per liberarsi dal mal di pancia. Ebbene si, oggi parliamo della Matricaria Chamomilla, più semplicemente conosciuta, appunto come la Camomilla che spesso vediamo all’interno dei filtri che compriamo al supermercato!
Se avete avuto la fortuna di imbattervi in alcuni prati, in questo periodo, avrete notato la miriade di margheritine sbocciate tra i fili d’erba, ma avete mai pensato di seminare la vostra personalissima Camomilla, magari in giardino o sul balcone??
Eccovi alcuni consigli su come piantarla e curarla al meglio e viste le sue tantissime proprietà che vanno dal potere calmante al disinfettante, dal potere digestivo fino a divenire un vero e proprio tonico, conviene proprio farne una bella scorta!
I semi della pianta di Camomilla sono reperibili in molti vivai o nel reparto di giardinaggio di grandi supermercati. Possiamo tranquillamente seminare la nostra Camomilla in grandi vasi (facendo attenzione a non mettere troppo vicini i semi) ad inizio Primavera, avendo cura di esporla in pieno sole ma riparata dal vento, facendo attenzione, inoltre, alle annaffiature che dovranno essere regolari per garantire umidità al terreno, senza però provocare dei ristagni di acqua. Occhio, inoltre, al momento della fioritura a non bagnare i piccoli fiorellini per evitare formazione di muffe. La raccolta delle piccole margheritine avverrà tra Luglio e Agosto, nel periodo cioè di piena fioritura, ma prima che i fiori siano del tutto aperti; una volta raccolti, verranno messi a seccare rapidamente (circa 4 giorni) in un luogo lontano da fonti di calore, ma ventilato e rigorosamente all’ombra, una volta trascorso questo tempo la nostra Camomilla sarà pronta per l’uso.


Simbologia:

Da sempre simbolo di calma ma anche di forza interiore.





Riflessi di sole nei capelli

Eccovi un piccolo consiglio per accentuare i riflessi nei capelli chiari e non solo, io, anche essendo castana, utilizzo questo piccolo trucco per dare ai miei capelli dei “riflessi di sole”!


Ingredienti:

100 grammi di fiori di camomilla;
300 grammi di acqua.



Procedimento:

Mettete in infusione nell’acqua calda, ma non bollente, per circa 15 minuti i fiori di Camomilla. Trascorso questo tempo, versate la “camomilla” sui vostri capelli dopo l’ultimo risciacquo. Massaggiate i capelli dalla radice alle punte per circa cinque minuti, sciacquate tutto e poi asciugate, vedrete che risultati!



(Bibliografia: Letizia Chilelli “Il Magico Libro delle Erbe. Consigli, Rimedi e Cure dal Diario di Nonna Annina” Ibiskos Editrice Risolo, 2009; “Il Nuovo Segreto della Salute, Erbe e Cure di Frate Indovino”, Edizioni Frate Indovino Perugia, 1981).



Nessun commento:

Posta un commento