venerdì 31 luglio 2015

Bonbon..ton gelatoso!

Uno dei piaceri estivi più amati da tuttti è poter mangiare un gelato, che sia a casa di amici, a casa propria o passeggiando, il gelato è quella meravigliosa pausa tutta nostra, dove quasi tutti i sensi vengono coinvolti.
Il gelato, per la sottoscritta, è un pò come una sorta di analista, ha il potere di evocarti ricordi, malinconie, profumi... e amori appena sbocciati, magari proprio lì sulla spiaggia, o in una afosa città, dove quando meno te lo aspetti, il cono, la coppetta o il ghiacciolo diventano "testimoni" delle "farfalle nello stomaco".. Il gelato, inoltre è lì, chiuso nella sua confezione, ad aspettarti quando, in piena solitudine, ne mangi a cucchiaiate guardando un film.. o quando ripensi a qualcosa o qualcuno che ha deciso di o hai deciso che non avrà più posto nella tua vita..Insomma, credo che siamo concordi che il gelato, qualunque sia stata la sua nascita ed in qualunque momento della nostra vita venga mangiato, sia stata una tra le più belle "scoperte" mai avvenute!!!
Prima di salutarci ecco un piccolo consiglio su come servire il gelato dopo un pasto: da manuale del Sommelier è raccomandabile non servire gelati al gusto di creme o cioccolato dopo portate come carni marinate, cipolle, peperoni, preparazioni a base di aceto e piatti ricchi di salse ai quali è raccomandabile, però, far seguire il gelato ai gusti di frutta.
Serviremo il gelato nelle coppette apposite o nei bicchieri alti che terremo, però, in freezer per almeno una bella mezz'ora prima di riempirli (questo aiuterà il gelato a non sciogliersi subito prima del servizio!), decoreremo tutto con della frutta fresca e delle cialde e porteremo in tavola.
Da qualche anno si sta sperimentando l'abbinamento gelato-vino, personalmente ritengo la cosa non troppo approriata, visto che il "freddo" del gelato tende ad "addormentare" le papille gustative, rendendo privo di sapore il vino da degustare.

Nessun commento:

Posta un commento